Ricerca Avanzata
Visite
2575
Data aggiornamento: 2010/07/17
Domanda concisa
Quali sono i diversi livelli della religione?
Domanda
Quali sono i diversi livelli della religione?
Risposta concisa

I principali stadi della religione sono:

a.             La religione nafs al-amri: ciò che è presente nella sapienza divina e nella provvidenza di Dio per guidare l’essere umano verso la beatitudine. In altre parole la religione nafs al-amri è il percorso tra l’origine e la fine dell’essere umano.

b.            La religione rivelata: ciò che è stato inviato da parte di Dio, l’Altissimo, attraverso i Profeti divini (A) per guidare l’essere umano verso la beatitudine. Cioè la religione rivelata è in parte o completamente la religione nafs al-amri che viene messa a disposizione dei Profeti divini (A) affinché la manifestino alla gente.

Risposta dettagliata

Per la religione si possono considerare quattro passaggi, di cui i principali sono:

a.             La religione nafs al-amri: ciò che è presente nella sapienza divina e nella provvidenza di Dio per guidare l’essere umano verso la beatitudine. In altre parole la religione nafs al-amri è il percorso tra l’origine e la fine dell’essere umano. L’origine dell’essere umano secondo il sacro Corano è la conoscenza nulla: “E Allah vi ha fatto uscire dai ventri delle vostre madri che non sapevate nulla”[1], mentre il suo epilogo è, secondo il versetto: “Non abbiamo creato il jinn e l’essere umano, se non per adorare”[2], il sapere infinito, poiché l’adorazione è il risultato della conoscenza e ogni individuo adora secondo la propria conoscenza. Per questo motivo Mulla Sadra nell’esegesi del versetto appena citato, dice: “Non abbiamo creato il jinn e l’essere umano, se non per sapere”[3], e siccome Iddio è infinito, anche la Sua conoscenza si estende all’infinito. La religione nafs al-amri è la versione della salvezza umana nella Tavola Conservata (al-Luh al-Mahfuz) ed è il percorso tra la sua origine e il suo epilogo, oltre ad essere una realtà concreta e stabile.

b.            La religione rivelata: ciò che è stato inviato da parte di Dio, l’Altissimo, attraverso i Profeti divini (A) per guidare l’essere umano verso la beatitudine. Cioè la religione rivelata è in parte o completamente la religione nafs al-amri che viene messa a disposizione dei Profeti divini (A) affinché la manifestino alla gente.

Nonostante questi termini sembrino sconosciuti, tuttavia, prestando attenzione alla realtà della religione e a ciò che è accaduto nel contesto storico, la presenza di tali stadi è evidente. Dio che ha creato l’essere umano, ed era a conoscenza della sua origine e della sua fine, aveva una soluzione chiara (religione nafs al-amri) per la beatitudine e la salvezza di questa creatura e in ogni epoca, tramite i Profeti (A), ha rivelato alla gente parte (religione rivelata) di quella versione divina.

Possiamo anche ritrovare questi stadi nei vari utilizzi del termine “religione”: quando parliamo dell’unica religione divina che consideriamo essere l’Islam (Certamente la religione presso Allah è l’Islam[4])[5], o quando prendiamo in considerazione una religione scevra di credenze errate , prestiamo attenzione alla religione nafs al-amri. Invece, quando dichiariamo:

“La religione del nobile Abramo (pace su di Lui) era monoteistica”.

“Nella religione del nobile Mosè (pace su di Lui) vigevano regole difficili”.

“La religione islamica è l’ultima religione, la religione islamica annulla le religioni passate”.

In tutte queste affermazioni, con il termine “religione”, intendiamo la religione rivelata. La disattenzione verso gli stadi della religione e l’utilizzo del suo vocabolo sono talvolta seguiti da fraintendimenti singolari nella spiegazione e nella comprensione.

Ricordiamo che i due livelli, “religione scoperta” e “religione consolidata”, sono considerati gli altri livelli della religione.

Fonti per l’approfondimento:

1.             Mahdi Hadavi Tehrani, Velayat va diyanat, Moassese-ye farhangh-ie khane-ye kherad, Qom, 2° ed., 2001.

2.             Mahdi Hadavi Tehrani, Mabani Kalam-ye Ejtehad, Moassese-ye farhangh-ie khane-ye kherad, Qom, 1° ed., 1998.

3.             Mahdi Hadavi Tehrani, Maktab va nezam eqtesadi-ye eslam, Moassese-ye farhangh-ie khane-ye kherad, Qom, 1° ed., 1999.



[1] Sacro Corano, 16:78.

[2] Sacro Corano, 51:56.

[3] Mulla Sadra, Al-Asfar al-Arba’ah, vol. 3, pag. 515.

[4] Sacro Corano, 3:19.

[5] In questo caso per “Islam” non s’intende la religione rivelata al profeta Muhammad (S), ma la religione nafs al-amri (N:d.T.)

Traduzione della domanda in altre lingue
Commenti
Inserisci il valore
esempio : Yourname@YourDomane.ext
Inserisci il valore
Inserisci il valore

Elenco degli argomenti

Domande a caso

  • Com’è considerato il guardare foto oscene di persone non musulmane su internet, ecc.?
    6438 Diritto e Precetti 2011/04/20
    Guardare immagini indecenti e oscene di persone non musulmane e sconosciute, nel caso sia causa di concupiscenza, con l’intenzione di provare piacere e crei corruzione, fornendo l’occasione di peccare, secondo l’opinione di tutti i giurisperiti e dei marja' è vietato[1]. Tuttavia alcuni ...
  • È permesso rubare dai siti web?
    2333 Diritti spirituali e copyright 2012/08/14
    Dato che voleva la fatwa concernente la domanda da lei posta, abbiamo ritenuto necessario sottoporre i quesiti agli uffici dei marja' taqlid. Di seguito le risposte: Ayatollah Sistani: Il furto non è permesso in alcun caso[1]. Ayatollah Makarem ...
  • L’aver Iddio creato le cose materiali dal nulla assoluto, significa che il Suo potere si riflette nella forma e nella potenza materiale?
    2701 آسمان و زمین 2012/06/26
    Sì, la creatio ex-nihilo significa ciò: infatti il nulla non era niente da poter affermare che Iddio ha creato da esso. Anche gli hadìth accennano al fatto che in realtà le creature sono il riflesso della potenza assoluta di Iddio, che è unificata negli altri Suoi attributi ...
  • A che cosa si riferiscono le parole saduqatihinna e ajurahunna presenti nel Corano?
    2427 Esegesi 2012/05/16
    La parola saduqatihinna[1] è utilizzata nel contesto del matrimonio a tempo indeterminato, il cui dono nuziale (mahr) è stato chiamato sadaq[2]. Il versetto che contiene questo termine si riferisce ad un ovvio diritto delle donne, e sottolinea che il marito è ...
  • Dopo aver eseguito un ghusl meritorio, è necessario effettuare il wudhu per pregare?
    2092 Diritto e Precetti 2012/01/05
    Considerando la diversità d’opinioni tra i giurisperiti, per prima cosa citeremo i loro responsi e in fine valuteremo il risultato.I grandi ayatollah Khomeini, Bahjat, Khamenei e Safi: “Colui che esegue il ghusl obbligatorio dopo essere stato junub, non deve fare il wudhu per pregare, però ...
  • Qual è la cura per la riya’?
    4452 ریا 2012/10/21
    La riya’ consiste nel voler mettere in mostra le proprie buone azioni davanti agli altri per ottenere stima e considerazione nella società. La riya’ è l’opposto della devozione sincera. Alcune cure per la riya’ sono: considerare l’ira divina riguardo alla riya’; la nullità della ricompensa ...
  • Il fatto che una persona eserciti un carisma, dimostra la veridicità di tale persona?
    2482 Gnosi pratica 2011/10/18
    Uno degli argomenti usuali della gnosi, è la questione dell’esercizio di carismi e il compimento di azioni soprannaturali.Sul sentiero della gnosi e durante il viaggio spirituale, l’esercizio di carismi, la visione e lo svelamento mistico e gli eventi soprannaturali non sono cose per cui l’essere ...
  • In che cosa consiste il legame tra Imamato e Unicità divina nell’hadìth Silsilat al-zahab?
    2503 ولایت، برترین عبادت 2012/08/26
    Da questo hadìth si deduce che nel giungere all’unicità di Dio, l’essere umano viene iniziato all’infallibilità e all’immunità, ma senza prima aver accettato la wilayah, che in qualità di specchio riflette Iddio, non è possibile raggiungere tale posizione. Per capire a fondo questo concetto è ...
  • SECONDO L’ISLAM, L’ESSERE UMANO CHE TIPO DI CREATURA È?
    2468 Teologia moderna 2010/06/30
    Dal punto di vista del Corano, l’essere umano è una creatura che possiede, da una parte, un’indole divina e, dall’altra, una natura mondana. La sua indole lo invita alle scienze nobili, alla spiritualità e a fare del bene; mentre invece la sua natura lo ...
  • L’imam Sadiq (A) aveva dei maestri sunniti?
    2806 تاريخ کلام 2012/04/04
    Questo fatto non è stato spiegato nel modo corretto, poiché gli infallibili Imam (A) conoscevano tutte le scienze e non avevano la necessità di imparare alcuna scienza, come quella della trasmissione degli hadìth, da altri. In realtà alcuni sunniti, direttamente o non, erano loro discepoli, per esempio: Abu Hanifah e ...

Le più visitate

  • Per favore spieghi la base del pensiero sciita e le sue caratteristiche.
    21634 Teologia antica 2011/04/20
    Il sacro Corano è la base del pensiero sciita e altresì la fonte di tutte le scienze sciite.Il sacro Corano considera prove sia il significato esplicito dei versetti, sia i detti, il comportamento e l’approvazione tacita del nobile Messaggero (S), e di conseguenza ...
  • Perché nell’Islam l’apostata viene giustiziato? Ciò non è contro la libertà di pensiero?
    19812 Diritto e Precetti 2010/08/16
    L’apostasia è la manifestazione dell’abbandono della religione e generalmente ha come conseguenza l’invito degli altri a lasciare la propria religione. La punizione dell’apostata non è applicata a colui che abbandona la propria religione ma non lo manifesta agli altri, perciò il motivo di questa punizione non è ...
  • Come si può abbandonare il vizio della masturbazione?
    15585 Etica pratica 2011/08/04
    Il peccato è come una palude putrida che, più l’essere umano vi sprofonda, meno ne sente l’odore, poiché si è indebolito il suo olfatto e non si rende conto che sta affondando.Nonostante ciò, la seria decisione dell’essere umano di tornare da qualsiasi punto ...
  • Chi è il Dajjal? Spiegate chi è e gli hadìth che lo riguardano.
    14028 Teologia antica 2011/02/08
    Uno dei segni della manifestazione del Mahdi (AJ) è l’apparizione di un essere deviato e deviante definito “Dajjal”. Terminologicamente questa parola viene attribuita a ogni bugiardo. È stato descritto in modo molto strano, e poiché la maggior parte di questi hadìth, che si trovano ...
  • Qual è il significato di questo nobile versetto: “Certamente Allah s’insinua tra l’uomo e il suo cuore”?
    12698 Esegesi 2010/11/08
    Il verbo arabo “yahulu” (s’insinua) deriva dalla radice ha-waw-lam e significa frapposizione di un oggetto tra due cose. Per poter parlare di insinuazione, prima di tutto devono esserci due cose affinché una terza s’insinui tra loro; in secondo luogo le due cose devono essere vicine.
  • Perché durante il pellegrinaggio alla Mecca dobbiamo indossare l’ahram?
    11247 Filosofia del diritto e dei precetti 2012/06/06
    Il pellegrinaggio alla Mecca è ricco di segreti e segni che inducono l’essere umano a riflettere e lo guidano verso la sua natura intrinseca. Durante il pellegrinaggio è meglio prestare attenzione, passo per passo, all’aspetto esoterico ed essoterico delle azioni, infatti, da un punto di vista essoterico ...
  • Qual è il problema ad essere malikiti o hanafiti?
    11038 Teologia antica 2011/01/20
    È necessario chiarire se questo suo interesse è puramente una propensione verso lo sciismo o si basa su salde argomentazioni? Nel secondo caso, le carenze e i difetti delle altre scuole giuridiche e teologiche islamiche le saranno chiare.La differenza principale dello ...
  • Come si può curare l’invidia?
    9722 Etica teorica 2011/08/13
    L’invidia è un’inclinazione dell’animo per cui ci si sottovaluta, in seguito alla quale l’individuo desidera che un’altra persona non abbia un bene che possiede.Per guarire da quest’attitudine si consigliano le seguenti soluzioni:1.
  • Cos’è lo sharab tahur (bevanda purificante)?
    9466 Teologia antica 2010/10/07
    Sharab nella terminologia araba significa bevanda e tahur ciò che è puro e purifica. Dai vari versetti del Corano si comprende che in Paradiso sono presenti diverse bevande salubri, pure e di qualità diverse. In un versetto del Corano è stato utilizzato il termine ...
  • Qual è la regola islamica in merito ai rapporti tra una ragazza e un ragazzo?
    9390 Diritto e Precetti 2011/05/22
    Dal punto di vista islamico la donna e l’uomo sono due esseri complementari e Iddio il Benevolo li ha creati l’uno per l’altro. Uno dei bisogni che la donna e l’uomo provano l’uno per l’altro, è quello sessuale. Tuttavia per soddisfare questa necessità, occorre rispettare le regole ...

Links