Ricerca Avanzata
Visite
6439
Data aggiornamento: 2011/01/20
Domanda concisa
Le spoglie dei martiri di Karbalà, dopo quanti giorni e tramite chi furono sepolte?
Domanda
Le salme dei martiri di Karbalà, che giorno e tramite chi furono identificate e sepolte?
Risposta concisa

Secondo i libri di storia la sepoltura del corpo dell’Imam Husayn (A) e dei martiri di Karbalà avvenne dopo il tramonto del dodicesimo giorno del mese di Muharram per mano della gente appartenente alla tribù dei Bani Asad che risiedevano in un accampamento vicino a Karbalà.

Risposta dettagliata

Il martirio dell’Imam Husayn (A) e dei suoi compagni avvenne il decimo giorno di Muharram del 61 AH. La sepoltura dei corpi di quel nobile e dei martiri di Karbalà fu eseguita alla fine del dodicesimo giorno, ovvero due giorni dopo, per mano di alcuni membri della tribù dei Bani Asad[1] che erano accampati vicino a Karbalà.

Quando l’esercito di Abdullah ibn Zyad si diresse verso Kufa, i corpi dell’Imam Husayn (A) e dei suoi fedeli compagni furono lasciati a terra senza pietà e nessuno trovava il coraggio di seppellirli, fino a quando le donne della tribù dei Bani Asad non rimproverarono i loro uomini e li esortarono a seppellire le spoglie. Gli uomini della tribù dei Bani Asad cercarono quindi di seppellirli ma poiché i corpi erano stati fatti a pezzi non furono in grado di  riconoscerli e rimasero incerti sul da farsi. In quel momento l’imam Sajjad (A) apparve tra di loro in incognito e presentò uno ad uno i corpi mentre li seppellivano. Una volta terminata la sepoltura, il nobile imam Sajjad (A) svelò loro la propria identità.[2]


[1] Nel libro “Dayirat al-Ma'arif Tashayyu'’” è stato riportato che:

I Bani Asad erano una delle tribù arabe discendenti da Asad ibn Khuzaymah ibn Madrakah … Questa tribù ebbe la grazia e l’onore di seppellire la nobile salma del Signore dei Martiri (A) e dei suoi compagni dopo la tragedia di Karbalà nel 61 AH. Da questa tribù ebbero origine molti compagni, sapienti, poeti e notabili imamiti. Anche alcune mogli del Profeta (S) appartenevano a questa tribù. Quest’ultima nel 19 AH emigrò dalle terre dell’Arabia in Iraq. Si stabilì a Kufa e a Ghadhiriyyah (periferia di Karbalà). È considerata una delle tribù coraggiose dell’Arabia. Quando Kufa fu fondata, questa tribù si aggiudicò un quartiere particolare a sud della moschea cittadina. Nel 36 AH nella guerra di Jamal, giurò fedeltà all’imam Alì (A) e combatté al suo fianco. Durante la tragedia di 'Ashurà si suddivise in tre gruppi: uno seguace dell’Imam (A), uno contrario e uno indifferente. Habib ibn Mazahir, Anas ibn Harath, Muslim ibn 'Awsajah, Qays ibn Muasahhar, Mawqi' ibn Thamamah e 'Amr ibn Khalid Saidawi erano i capi seguaci dell’Imam (A); mentre quello contrario era Khalid ibn Kahil Asadi, assassino del neonato dell’Imam (Alì Asghar).

Una parte delle donne del terzo gruppo (indifferente), dopo il martirio dell’Imam Husayn (A) avendo visto i corpi dei martiri, tornò alle proprie case e informò gli uomini affinché seppellissero i corpi. All’inizio le donne attrezzate di vanghe e picconi si diressero verso Karbalà e in seguito gli uomini, essendosi risvegliata la loro coscienza, le seguirono per adempiere alla sepoltura. Questo nobile gesto li rese famosi e da quel giorno divennero rispettabili agli occhi degli sciiti. Cfr.: Dayirat al-Ma'arif Tashayyu', vol. 3, pag. 340; Mohaddethi Javad, Farhangh-e 'Ashura, alla voce Bani Asad.

[2] Cfr.: 'Abdul -Razzaq al-Musawi al-Muqarram, Maqtal al-Husayn, pag. 414; Muhammad Baqir Malbubi, Al-Waqaya' wa al-Hawadith, vol. 4, pp. 59-61; Muruj al-Zihab, vol. 3, pag. 63; Mohaddethi Javad, Farhangh-e 'Ashura, alla voce Bani Asad.

Traduzione della domanda in altre lingue
Commenti
Inserisci il valore
esempio : Yourname@YourDomane.ext
Inserisci il valore
Inserisci il valore

Elenco degli argomenti

Domande a caso

Le più visitate

  • Per favore spieghi la base del pensiero sciita e le sue caratteristiche.
    22076 Teologia antica 2011/04/20
    Il sacro Corano è la base del pensiero sciita e altresì la fonte di tutte le scienze sciite.Il sacro Corano considera prove sia il significato esplicito dei versetti, sia i detti, il comportamento e l’approvazione tacita del nobile Messaggero (S), e di conseguenza ...
  • Perché nell’Islam l’apostata viene giustiziato? Ciò non è contro la libertà di pensiero?
    20343 Diritto e Precetti 2010/08/16
    L’apostasia è la manifestazione dell’abbandono della religione e generalmente ha come conseguenza l’invito degli altri a lasciare la propria religione. La punizione dell’apostata non è applicata a colui che abbandona la propria religione ma non lo manifesta agli altri, perciò il motivo di questa punizione non è ...
  • Come si può abbandonare il vizio della masturbazione?
    17004 Etica pratica 2011/08/04
    Il peccato è come una palude putrida che, più l’essere umano vi sprofonda, meno ne sente l’odore, poiché si è indebolito il suo olfatto e non si rende conto che sta affondando.Nonostante ciò, la seria decisione dell’essere umano di tornare da qualsiasi punto ...
  • Chi è il Dajjal? Spiegate chi è e gli hadìth che lo riguardano.
    15190 Teologia antica 2011/02/08
    Uno dei segni della manifestazione del Mahdi (AJ) è l’apparizione di un essere deviato e deviante definito “Dajjal”. Terminologicamente questa parola viene attribuita a ogni bugiardo. È stato descritto in modo molto strano, e poiché la maggior parte di questi hadìth, che si trovano ...
  • Qual è il significato di questo nobile versetto: “Certamente Allah s’insinua tra l’uomo e il suo cuore”?
    13189 Esegesi 2010/11/08
    Il verbo arabo “yahulu” (s’insinua) deriva dalla radice ha-waw-lam e significa frapposizione di un oggetto tra due cose. Per poter parlare di insinuazione, prima di tutto devono esserci due cose affinché una terza s’insinui tra loro; in secondo luogo le due cose devono essere vicine.
  • Qual è il problema ad essere malikiti o hanafiti?
    11740 Teologia antica 2011/01/20
    È necessario chiarire se questo suo interesse è puramente una propensione verso lo sciismo o si basa su salde argomentazioni? Nel secondo caso, le carenze e i difetti delle altre scuole giuridiche e teologiche islamiche le saranno chiare.La differenza principale dello ...
  • Perché durante il pellegrinaggio alla Mecca dobbiamo indossare l’ahram?
    11669 Filosofia del diritto e dei precetti 2012/06/06
    Il pellegrinaggio alla Mecca è ricco di segreti e segni che inducono l’essere umano a riflettere e lo guidano verso la sua natura intrinseca. Durante il pellegrinaggio è meglio prestare attenzione, passo per passo, all’aspetto esoterico ed essoterico delle azioni, infatti, da un punto di vista essoterico ...
  • Qual è la regola islamica in merito ai rapporti tra una ragazza e un ragazzo?
    11023 Diritto e Precetti 2011/05/22
    Dal punto di vista islamico la donna e l’uomo sono due esseri complementari e Iddio il Benevolo li ha creati l’uno per l’altro. Uno dei bisogni che la donna e l’uomo provano l’uno per l’altro, è quello sessuale. Tuttavia per soddisfare questa necessità, occorre rispettare le regole ...
  • È vietato festeggiare il compleanno?
    10571 Diritto e Precetti 2012/06/09
    Le feste di compleanno non rispecchiano una tradizione islamica e negli insegnamenti islamici non esistono consigli in tal senso. Noi non intendiamo condannare questa nuova tradizione, pur non approvando le tradizioni importate pedissequamente da altri, poiché siamo convinti che le tradizioni debbano essere profondamente radicate nella coscienza ...
  • Qual è la norma riguardante il radere la barba e la depilazione dei peli del corpo?
    10330 Etica 2011/12/21
    È considerato vietato radere la barba, con una lama o un rasoio elettrico, solamente nel caso che gli altri dicano che uno non possiede più la barba.Anche radere una parte della barba (come spiegato sopra) equivale al raderla tutta

Links