Ricerca Avanzata
Visite
4711
Data aggiornamento: 2010/09/05
Domanda concisa
Perché Satana (Iblis) fu creato dal fuoco?
Domanda
Perché Satana (Iblis) fu creato dal fuoco?
Risposta concisa
Questa domanda non ha una risposta concisa; selezionate la risposta dettagliata.
Risposta dettagliata

Dio l’Altissimo, è Saggio e tutte le sue azioni sono basate sulla saggezza matura, pertanto tutte le creature sono state create conformi alla saggezza matura di Dio, ed Egli ha donato loro il miglior aspetto di cui erano degni.[1] Sempre secondo la propria saggezza, Iddio creò Satana dal fuoco. Satana è uno dei vari tipi di jinn; fu creato dal fuoco e possiede un corpo immateriale.

In una suddivisione generale i corpi sono di due tipi:

I corpi densi come quelli degli animali e dell’essere umano che sono stati creati dall’argilla. I corpi immateriali, come il corpo dei jinn, che sono stati creati dal fuoco. Questi due tipi di corpi occupano entrambi uno spazio, però presentano delle differenze concrete, ad esempio Satana non é visibile all’uomo, ma a causa della sua immaterialità può assumere diverse sembianze e andare dove vuole, mentre l’essere umano è visibile a Satana e non può cambiare velocemente la propria forma o il luogo, inoltre il suo movimento è graduale.

Possiamo ricercare la filosofia della creazione di Satana dal fuoco, nei seguenti punti:

1. Mettere alla prova Satana - Satana fu creato dal fuoco e l’essere umano dall’argilla. Satana considerava il fuoco migliore della terra, di conseguenza giudicò se stesso migliore dell’essere umano e per questo motivo disubbidì all’ordine divino. Quindi, il motivo più importante della creazione di Satana dal fuoco era di metterlo alla prova per vedere se egli avrebbe nutrito orgoglio per provenire dal fuoco, oppure avrebbe obbedito sempre agli ordini divini? Lo stesso Satana spiega il motivo del non essersi prosternato di fronte ad Adamo (a) e l’aver disobbedito all’ordine divino in questo modo: “Hai creato me dal fuoco e lui lo hai creato dall’argilla”[2].

2. Mettere alla prova l’essere umano - Satana è il nemico giurato dell’essere umano, una creatura seduttrice che lo induce in errore nelle proprie credenze e lo invita alla depravazione e al peccato nelle proprie azioni. Egli è l’origine dell’istigazione e dell’inganno, e presenta il falso che non contiene alcuna verità, come il giusto. Il suo metodo è l’inganno e devia la gente attraverso vie che l’essere umano non percepisce, sia dall’interno che dall’esterno. Satana, grazie al suo corpo immateriale, può intrufolarsi all’interno degli esseri umani. Certamente questo infiltramento è dovuto alla volontà umana, cioè gli esseri umani stessi lasciano entrare Satana, poiché se essi non volessero, egli non avrebbe nessun modo per raggiungerli.

Anche se l’essere umano non vede Satana, deve tuttavia stare in guardia e tenersi lontano da un simile nemico. “O figli di Adamo (a)! Che Satana non v’inganni… egli e i suoi compagni vi vedono, da dove voi non li vedete”.[3] Questa è la prova dell’essere umano, ovvero affrontare un simile nemico.



[1] Anche se noi non ne comprendiamo la filosofia e, a causa delle nostra sapienza limitata, non concepiamo la filosofia di molte questioni.

[2] Sacro Corano, 7:12.

[3] Sacro Corano, 7:27.

Traduzione della domanda in altre lingue
Commenti
Numero di commenti 0
Inserisci il valore
esempio : Yourname@YourDomane.ext
Inserisci il valore
Inserisci il valore

Elenco degli argomenti

Domande a caso

  • Cos’è l’i'tikaf (ritiro spirituale)?
    6246 Etica teorica
    Il significato terminologico della parola araba i'tikaf è: risiedere, rimanere in un luogo e attenersi a determinate prescrizioni; però nella religione islamica significa risiedere in un luogo sacro con l’intenzione di avvicinarsi a Dio l’Altissimo. L’i'tikaf non è una specificità della religione islamica, al contrario era presente ...
  • L’Islam ha un’opinione in merito alla lettura veloce? Per favore specificate anche in quali casi l’Islam approva la lettura veloce.
    3782
    La lettura, veloce o lenta, dipende dal lettore stesso. Negli insegnamenti religiosi nulla è stato tramandato al riguardo. Ciò che è stato riportato in merito alla recitazione del Corano è di leggerlo scandendo le parole: «E recita il Corano lentamente, distintamente»[1]. L’Imam (A) in ...
  • Si può vedere Iddio? Come?
    3894 Teologia antica
    Secondo l’intelletto e la sharia non è possibile vedere Iddio con l’occhio umano esteriore, né in questo né nell’altro mondo, è tuttavia possibile contemplarLo con l’occhio interiore. I cuori, a seconda della loro capacità esistenziale, possono ammirarLo per mezzo della contemplazione interiore, dopo aver redento il proprio ...
  • Nell’Islam è stato considerato il benessere? Qual è il limite all’utilizzo dei beni?
    3694 Etica pratica
    Parte degli insegnamenti islamici rientra nei principi della religione che col passare del tempo non mutano in alcun modo e, tutti, in qualsiasi epoca, devono rispettarli, come per esempio l’unicità di Dio, la profezia del Profeta (S), la realtà della resurrezione, la giustizia divina, compiere ciò che ...
  • Esistono elementi mutabili nell’Islam?
    3821 Teologia moderna
    Le religioni divine si compongono di due parti: una parte di elementi religiosi immutabili e un'altra di elementi mutabili. La parte composta di elementi immutabili e universali, uguali per ogni luogo ed epoca, in realtà s’interessa di quella parte dell’identità umana che è sempre stabile.
  • Perché la preghiera è la chiave del Paradiso?
    4980 Etica teorica
    Gli obiettivi della creazione umana sono servire e conoscere Iddio l'Altissimo, ed è attraverso l'adorazione di Dio che l'essere umano raggiunge la perfezione e una stazione prossima a Dio. La preghiera è il miglior modo per manifestare la propria servitudine nei confronti del Creatore Sublime. Obbligarsi alle ...
  • Che cosa significa "Darajat al-wasilah" e a chi appartiene questo grado?
    4424 اوصاف بهشت و جهنم
    Iddio in un versetto del Corano dice: »وَ ابْتَغُوا إِلَیْهِ الْوَسیلَة« "Cercate il mezzo [che vi avvicina] a Lui"[1]. Esistono diverse interpretazioni in merito alla wasilah (mezzo), tuttavia in alcuni hadìth essa viene presentata come uno stato e un ...
  • Spiegate, in base alle varie esegesi, il significato del versetto 256 della seconda sura (al-Baqarah) del Corano: “Non c’è nessuna costrizione nella religione ...”.
    10351 Teologia antica
    In base alle varie esegesi, in totale sono state esposte cinque opinioni sul significato di questo nobile versetto. L’opinione corretta è la seguente: “Il versetto esprime un messaggio generale, universale e umano, ovvero che la religione è una questione di credo e cuore, la costrizione e l’obbligo ...
  • In cosa consistono la beatitudine e la perfezione umana?
    5404 Etica pratica
    La risposta completa a questa domanda dipende a sua volta dalla risposta a due domande fondamentali.1.     Cosa significa beatitudine? È separata dalla perfezione oppure no?2.
  • A che condizioni una supplica sarà sicuramente esaudita?
    5200 Etica pratica
    Il termine du'a significa chiamare, richiedere un desiderio e aiuto; a volte, invece, s’intende il solo chiamare in generale. Nella terminologia religiosa significa “avanzare una richiesta a Iddio l’Altissimo”. La parola du'a e i suoi derivati, nel sacro Corano, sono stati utilizzati con tredici significati diversi.

Le più visitate

  • Come si può abbandonare il vizio della masturbazione?
    26645 Etica pratica
    Il peccato è come una palude putrida che, più l’essere umano vi sprofonda, meno ne sente l’odore, poiché si è indebolito il suo olfatto e non si rende conto che sta affondando.Nonostante ciò, la seria decisione dell’essere umano di tornare da qualsiasi punto ...
  • Perché nell’Islam l’apostata viene giustiziato? Ciò non è contro la libertà di pensiero?
    25662 Diritto e Precetti
    L’apostasia è la manifestazione dell’abbandono della religione e generalmente ha come conseguenza l’invito degli altri a lasciare la propria religione. La punizione dell’apostata non è applicata a colui che abbandona la propria religione ma non lo manifesta agli altri, perciò il motivo di questa punizione non è ...
  • Per favore spieghi la base del pensiero sciita e le sue caratteristiche.
    23934 Teologia antica
    Il sacro Corano è la base del pensiero sciita e altresì la fonte di tutte le scienze sciite.Il sacro Corano considera prove sia il significato esplicito dei versetti, sia i detti, il comportamento e l’approvazione tacita del nobile Messaggero (S), e di conseguenza ...
  • Qual è la regola islamica in merito ai rapporti tra una ragazza e un ragazzo?
    23329 Diritto e Precetti
    Dal punto di vista islamico la donna e l’uomo sono due esseri complementari e Iddio il Benevolo li ha creati l’uno per l’altro. Uno dei bisogni che la donna e l’uomo provano l’uno per l’altro, è quello sessuale. Tuttavia per soddisfare questa necessità, occorre rispettare le regole ...
  • Chi è il Dajjal? Spiegate chi è e gli hadìth che lo riguardano.
    22393 Teologia antica
    Uno dei segni della manifestazione del Mahdi (AJ) è l’apparizione di un essere deviato e deviante definito “Dajjal”. Terminologicamente questa parola viene attribuita a ogni bugiardo. È stato descritto in modo molto strano, e poiché la maggior parte di questi hadìth, che si trovano ...
  • Qual è la norma riguardante il radere la barba e la depilazione dei peli del corpo?
    20608 Etica
    È considerato vietato radere la barba, con una lama o un rasoio elettrico, solamente nel caso che gli altri dicano che uno non possiede più la barba.Anche radere una parte della barba (come spiegato sopra) equivale al raderla tutta
  • È vietato festeggiare il compleanno?
    16351 Diritto e Precetti
    Le feste di compleanno non rispecchiano una tradizione islamica e negli insegnamenti islamici non esistono consigli in tal senso. Noi non intendiamo condannare questa nuova tradizione, pur non approvando le tradizioni importate pedissequamente da altri, poiché siamo convinti che le tradizioni debbano essere profondamente radicate nella coscienza ...
  • Qual è il significato di questo nobile versetto: “Certamente Allah s’insinua tra l’uomo e il suo cuore”?
    15396 Esegesi
    Il verbo arabo “yahulu” (s’insinua) deriva dalla radice ha-waw-lam e significa frapposizione di un oggetto tra due cose. Per poter parlare di insinuazione, prima di tutto devono esserci due cose affinché una terza s’insinui tra loro; in secondo luogo le due cose devono essere vicine.
  • Qual è il problema ad essere malikiti o hanafiti?
    15067 Teologia antica
    È necessario chiarire se questo suo interesse è puramente una propensione verso lo sciismo o si basa su salde argomentazioni? Nel secondo caso, le carenze e i difetti delle altre scuole giuridiche e teologiche islamiche le saranno chiare.La differenza principale dello ...
  • Vi sono versetti del Corano o du'a per aver successo e aumentare il rendimento nello studio?
    13650 Etica pratica
    Lo studio consiste nell’osservare una cosa con precisione e attenzione per capire e ottenere informazioni. Perciò ogni lettura priva di queste caratteristiche non è considerata “studiare”. È ovvio che lo studio, come ogni altra azione, richiede il rispetto di certe condizioni tramite cui ottenere un rendimento utile ...