Ricerca Avanzata
Visite
3153
Data aggiornamento: 2012/05/01
Domanda concisa
La maggior parte dei versetti riguardanti l’imam Alì (A), in che mese sono stati rivelati?
Domanda
La maggior parte dei versetti riguardanti l’imam Alì (A), in che mese sono stati rivelati?
Risposta concisa

Prima di rispondere riteniamo necessario prestare attenzione ad alcuni punti introduttivi:

  1. In generale, gli hadìth che spiegano le circostanze di rivelazione dei versetti sono di due tipi: o spiegano eventi storici accaduti all’epoca del profeta Muhammad (S), per i quali sono stati rivelati uno o più versetti connessi a quell’evento, oppure fanno riferimento a versetti rivelati in merito a certe persone senza raccontare ciò che è accaduto, come alcuni versetti che sono stati rivelati riguardo all’imam Alì e agli altri Imam (A)[1].
  2. I versetti del sacro Corano sono stati rivelati gradualmente al profeta Muhammad (S) in occasioni, tempi e luoghi differenti; alcune di queste occasioni, tempi e luoghi ci sono stati tramandati, ma non tutti sono stati narrati o ci sono pervenuti.
  3. Sono stati rivelati vari versetti in merito alla figura dell’imam Alì e degli altri Infallibili (A), ognuno dei quali con l’intenzione di dimostrare e spiegare pilastri come l’imamato.

Quando analizziamo le circostanze in cui sono stati rivelati alcuni di questi versetti, grazie anche alle ricerche compiute al riguardo, scopriamo che la maggior parte dei versetti riguardanti la figura dell’imam Alì (A) sono stati rivelati nel mese di zi al-hajjah; per esempio i seguenti versetti:

  1. “O Messaggero, comunica quello che è sceso su di te da parte del tuo Signore. Che se non lo facessi non assolveresti alla tua missione. Allah ti proteggerà dalla gente. Invero Allah non guida un popolo di miscredenti”[2].

"يا أَيُّهَا الرَّسُولُ بَلِّغْ ما أُنْزِلَ إِلَيْكَ مِنْ رَبِّكَ وَ إِنْ لَمْ تَفْعَلْ فَما بَلَّغْتَ رِسالَتَهُ وَ اللَّهُ يَعْصِمُكَ مِنَ النَّاسِ إِنَّ اللَّهَ لا يَهْدِي الْقَوْمَ الْكافِرينَ".

  1. “Oggi ho reso perfetta la vostra religione, ho completato per voi la Mia grazia e Mi è piaciuto darvi per religione l'Islam”[3].

"الْيَوْمَ أَكْمَلْتُ لَكُمْ دينَكُمْ وَ أَتْمَمْتُ عَلَيْكُمْ نِعْمَتي‏ وَ رَضيتُ لَكُمُ الْإِسْلامَ ديناً".

Questi due versetti sono stati rivelati il diciottesimo giorno del mese lunare di zi al-hajjah[4].

  1. Anche la sura Al-Insan (76) è stata rivelata nel mese di zi al-hajjah, il giorno 25, cioè lo stesso giorno in cui la notte precedente l’imam Alì (A) aveva sfamato un bisognoso.[5]
  2. “In verità, vostro waliyy è solo Allah, il Suo Messaggero e i credenti che assolvono all'orazione, e pagano l’elemosina prosternandosi”[6].

"إِنَّما وَلِيُّكُمُ اللَّهُ وَ رَسُولُهُ وَ الَّذينَ آمَنُوا الَّذينَ يُقيمُونَ الصَّلاةَ وَ يُؤْتُونَ الزَّكاةَ وَ هُمْ راكِعُون".

Anche il nobile versetto appena citato è stato rivelato nel mese di zi al-hajjah[7], il giorno 24, ed è conosciuto col nome di “versetto della wilayah”.

Sempre riguardo agli altri versetti che sono stati rivelati nel mese di zi al-hajjah e gli eventi di questo mese, si consiglia di confrontare il libro Masar al-Shi'ah dello shaykh Mufid[8].

In conclusione, basandoci sulle ricerche compiute in merito all’argomento, scopriamo che la maggior parte dei versetti riguardanti la figura dell’imam Alì (A) sono stati rivelati nel mese di zi al-hajjah.

 

Questa domanda non ha una risposta dettagliata.

 


[1] Hasan Mohsen Heydar, Asbab al-Nuzul al-Qur'ani – Tarikh wa Haqa'iq, pp. 113 e 114, Al-Markaz al-'Alami lil-Dirasat al-islamiyyah, Qom, prima stampa, 2006.

[2] Sacro Corano, 5:67.

[3] Sacro Corano, 5:3.

[4] Cfr.: Abolfazl Davarpanah, Anwar al-'Irfan fi Tafsir al-Qur’an, vol. 10, pp. 55 e 56, Entesharat-e Sadr, prima stampa, 1996.

[5] Seyyed Mohammad Baqer Hojjati, Asbab-e Nozul, pag. 36, Daftar-e nashr-e farhangh-e eslami, Teheran, sesta ristampa, 1998.

[6] Sacro Corano, 5:55.

[7] Shaykh Mufid, Masar al-Shi'ah, pag. 41, Kongre-ye sheykh-e Mufid, Qom, prima stampa, 1413 AH.

[8] Masar al-Shi’ah, pp. 36-42.

 

Traduzione della domanda in altre lingue
Commenti
Inserisci il valore
esempio : Yourname@YourDomane.ext
Inserisci il valore

Elenco degli argomenti

Domande a caso

Le più visitate

  • Per favore spieghi la base del pensiero sciita e le sue caratteristiche.
    22337 Teologia antica 2011/04/20
    Il sacro Corano è la base del pensiero sciita e altresì la fonte di tutte le scienze sciite.Il sacro Corano considera prove sia il significato esplicito dei versetti, sia i detti, il comportamento e l’approvazione tacita del nobile Messaggero (S), e di conseguenza ...
  • Perché nell’Islam l’apostata viene giustiziato? Ciò non è contro la libertà di pensiero?
    21516 Diritto e Precetti 2010/08/16
    L’apostasia è la manifestazione dell’abbandono della religione e generalmente ha come conseguenza l’invito degli altri a lasciare la propria religione. La punizione dell’apostata non è applicata a colui che abbandona la propria religione ma non lo manifesta agli altri, perciò il motivo di questa punizione non è ...
  • Come si può abbandonare il vizio della masturbazione?
    17866 Etica pratica 2011/08/04
    Il peccato è come una palude putrida che, più l’essere umano vi sprofonda, meno ne sente l’odore, poiché si è indebolito il suo olfatto e non si rende conto che sta affondando.Nonostante ciò, la seria decisione dell’essere umano di tornare da qualsiasi punto ...
  • Chi è il Dajjal? Spiegate chi è e gli hadìth che lo riguardano.
    15921 Teologia antica 2011/02/08
    Uno dei segni della manifestazione del Mahdi (AJ) è l’apparizione di un essere deviato e deviante definito “Dajjal”. Terminologicamente questa parola viene attribuita a ogni bugiardo. È stato descritto in modo molto strano, e poiché la maggior parte di questi hadìth, che si trovano ...
  • Qual è il significato di questo nobile versetto: “Certamente Allah s’insinua tra l’uomo e il suo cuore”?
    13462 Esegesi 2010/11/08
    Il verbo arabo “yahulu” (s’insinua) deriva dalla radice ha-waw-lam e significa frapposizione di un oggetto tra due cose. Per poter parlare di insinuazione, prima di tutto devono esserci due cose affinché una terza s’insinui tra loro; in secondo luogo le due cose devono essere vicine.
  • Qual è il problema ad essere malikiti o hanafiti?
    12110 Teologia antica 2011/01/20
    È necessario chiarire se questo suo interesse è puramente una propensione verso lo sciismo o si basa su salde argomentazioni? Nel secondo caso, le carenze e i difetti delle altre scuole giuridiche e teologiche islamiche le saranno chiare.La differenza principale dello ...
  • Qual è la regola islamica in merito ai rapporti tra una ragazza e un ragazzo?
    12076 Diritto e Precetti 2011/05/22
    Dal punto di vista islamico la donna e l’uomo sono due esseri complementari e Iddio il Benevolo li ha creati l’uno per l’altro. Uno dei bisogni che la donna e l’uomo provano l’uno per l’altro, è quello sessuale. Tuttavia per soddisfare questa necessità, occorre rispettare le regole ...
  • Perché durante il pellegrinaggio alla Mecca dobbiamo indossare l’ahram?
    11936 Filosofia del diritto e dei precetti 2012/06/06
    Il pellegrinaggio alla Mecca è ricco di segreti e segni che inducono l’essere umano a riflettere e lo guidano verso la sua natura intrinseca. Durante il pellegrinaggio è meglio prestare attenzione, passo per passo, all’aspetto esoterico ed essoterico delle azioni, infatti, da un punto di vista essoterico ...
  • È vietato festeggiare il compleanno?
    11774 Diritto e Precetti 2012/06/09
    Le feste di compleanno non rispecchiano una tradizione islamica e negli insegnamenti islamici non esistono consigli in tal senso. Noi non intendiamo condannare questa nuova tradizione, pur non approvando le tradizioni importate pedissequamente da altri, poiché siamo convinti che le tradizioni debbano essere profondamente radicate nella coscienza ...
  • Qual è la norma riguardante il radere la barba e la depilazione dei peli del corpo?
    11248 Etica 2011/12/21
    È considerato vietato radere la barba, con una lama o un rasoio elettrico, solamente nel caso che gli altri dicano che uno non possiede più la barba.Anche radere una parte della barba (come spiegato sopra) equivale al raderla tutta