Ricerca Avanzata
Visite
3751
Data aggiornamento: 2011/01/20
Domanda concisa
È possibile stabilire un legame senza intermediari con Iddio?
Domanda
Il metodo più conosciuto per arrivare a Iddio è considerato il tawassul e il ricorso agli Imam (A), a volte però l’essere umano desidera invocare Iddio senza intermediari. È possibile ciò?
Risposta concisa

Tawassul letteralmente significa avvicinarsi a qualcosa per mezzo di un’azione.

È necessario prestare attenzione al fatto che il tawassul ai Devoti di Dio è per avvicinarsi a Lui e non è inconciliabile con l’invocarLo senza intermediari, cioè l’essere umano può stabilire un legame col proprio Signore e Creatore in due modi:

  1. Con l’intermediazione dei Devoti di Dio.

  2. Senza intermediazione.

Nonostante ciò, bisogna tener presente che avvicinarsi a Iddio per mezzo dei Suoi Devoti, che Lui ama, sarà più semplice e permetterà all’essere umano di avvicinarsi a Lui più facilmente.

Risposta dettagliata

Il termine arabo tawassul (fare ricorso) letteralmente significa avvicinarsi a qualcosa tramite un’azione[1]. Wasilah è quel mezzo attraverso cui l’essere umano raggiunge qualcosa con desiderio[2]. Fare ricorso ai Devoti di Dio e agli infallibili Imam (A), che sono esseri umani perfetti, è una delle questioni incontestabili sostenute dai versetti e dagli hadìth. Il Corano al riguardo dice: “Non abbiamo inviato un Messaggero se non affinché sia obbedito, per volontà di Allah. Se, dopo aver mancato nei loro stessi confronti, fossero venuti da te e avessero chiesto il perdono di Allah e se il Messaggero avesse chiesto perdono per loro, avrebbero trovato Allah pronto ad accogliere il pentimento, misericordioso”[3]. In un altro versetto afferma: “O voi che credete, temete Allah e cercate il mezzo per giungere a Lui, e lottate per la Sua causa, affinché possiate prosperare”[4]. Negli hadìth tramandati dai puri Imam (A), essi si presentano come “il mezzo (wasilah) per accostarsi a Dio”[5].

Perciò il tawassul in questo mondo, come la shafa'ah (l’intercessione) nel Giorno del Giudizio, sono inconfutabili. L’essere umano si avvicina a Iddio attraverso il tawassul e in tal modo Gli richiede le sue necessità terrene e spirituali. Iddio dice nel Corano: “… e cercate il mezzo per giungere a Lui …”[6].

Pure in alcune du'a è riportato che gli attributi di Iddio o la Sua essenza sono mezzi per avvicinarsi a Lui, come nella du'a del giorno della Mubahilah: “Iddio Ti supplico in nome di tutta la Tua magnificenza, Iddio Ti supplico in nome della Tua bellezza più bella …”[7].

D’altra parte il Corano rivela: “Il vostro Signore ha detto: «InvocateMi, vi risponderò …»”[8], inoltre Egli è “più vicino [all’essere umano] della sua vena giugulare”[9] ed Egli conosce “quello che nascondiamo e quello che palesiamo”[10].

Nella supplica dei Muti'in, che fa parte delle suppliche “Khamsah 'ashar”, si recita: “O Dio noi non abbiamo altro mezzo verso di Te che Te stesso”[11]. Gli stessi Imam (A) si comportavano in questo modo, cioè parlavano con Iddio senza intermediari e consigliandoci di recitare le loro du'a, ci hanno insegnato questo metodo. La supplica dell’imam Husayn (A) nel giorno di 'Arafah è una du'a di questo tipo, infatti egli si rivolge direttamente a Iddio[12], chiunque reciti questa supplica ha l’impressione di parlare direttamente con Lui.

Da quanto detto si può concludere che:

Il tawassul a Iddio è possibile in due modi e il tawassul ai puri Imam (A) non è inconciliabile con il rivolgersi a Iddio senza intermediari; attraverso entrambi i metodi l’essere umano può raggiungere il suo scopo (ovvero che la sua du'a sia esaudita). Fare ricorso agli Imam (A) non vuol dire che l’essere umano non invochi mai Iddio e non si rivolga a Lui direttamente, infatti parlare con Lui è possibile sempre e dovunque, senza intermediari[13].Tuttavia è necessario prestare attenzione al fatto che utilizzare questo metodo (cioè rivolgersi agli Imam) a volte è più semplice e l’essere umano arriva più facilmente al suo scopo[14].

Non ha forse scelto la via migliore un servo che chiede l’intermediazione di coloro che hanno importanza e onore presso Iddio (i Suoi Devoti), e attraverso di loro esprime i propri desideri e necessità, poiché è conscio delle proprie azioni e troppo imbarazzato presso Iddio da rivolgersi direttamente a Lui?

È per questo che nella du'a del tawassul, dopo aver citato i nomi degli Imam (A) e ricorrendo a loro, si menzionano le proprie necessità terrene e ultraterrene, facendo quindi di loro intermediari per avvicinarsi a Iddio e ottenere l’esaudimento delle proprie richieste[15].



[1] Juhari, Sihah al-Lughah, radice “wa-sin-lam”.

[2] Trad. al-Mizan, vol. 5, pag. 535.

[3] Sacro Corano 4:64.

[4] Sacro Corano 5:35.

[5] Trad. al-Mizan, vol. 5, pag. 545.

[6] Sacro Corano 5:35.

[7] Mafitih al-Jinan, Du'a del giorno della Mubahilah, pag. 467.

[8] Sacro Corano 40:60.

[9] Sacro Corano 50:16.

[10] Sacro Corano 14:38.

[11] Mafitih al-Jinan, Du'a Khamsah 'Ashar, pag. 205.

[12] Mafitih al-Jinan, Du'a dell’imam Husayn (A) nel giorno di 'Arafah.

[13] Le suppliche tramandateci dagli Imam (A) ci insegnano il miglior modo per invocare e rivolgerci a Iddio, ma questo non vuol dire che l’essere umano non possa parlare con Lui in altro modo.

[14] Ciò è dovuto al fatto che l’Ahl al-Bayt (A) hanno una buona reputazione presso Iddio ed Egli li ama. Ricorrere a loro significa ricorrere al loro amore. Nella zyarah di 'Ashura si recita: “Io mi avvicino a Iddio attraverso il vostro amore” ed è naturale che se l’essere umano ama qualcuno che è amato da Iddio, egli desideri arrivare a Lui attraverso quella persona. Inoltre chiedere l’intermediazione di tali nobili persone facilita l’esaudimento della propria supplica o richiesta.

[15] Mafitih al-Jinan, un’altra versione della Du'a Tawassul, pag. 184.

Traduzione della domanda in altre lingue
Commenti
Numero di commenti 0
Inserisci il valore
esempio : Yourname@YourDomane.ext
Inserisci il valore
Inserisci il valore

Elenco degli argomenti

Domande a caso

Le più visitate

  • Come si può abbandonare il vizio della masturbazione?
    27093 Etica pratica
    Il peccato è come una palude putrida che, più l’essere umano vi sprofonda, meno ne sente l’odore, poiché si è indebolito il suo olfatto e non si rende conto che sta affondando.Nonostante ciò, la seria decisione dell’essere umano di tornare da qualsiasi punto ...
  • Perché nell’Islam l’apostata viene giustiziato? Ciò non è contro la libertà di pensiero?
    25805 Diritto e Precetti
    L’apostasia è la manifestazione dell’abbandono della religione e generalmente ha come conseguenza l’invito degli altri a lasciare la propria religione. La punizione dell’apostata non è applicata a colui che abbandona la propria religione ma non lo manifesta agli altri, perciò il motivo di questa punizione non è ...
  • Qual è la regola islamica in merito ai rapporti tra una ragazza e un ragazzo?
    24810 Diritto e Precetti
    Dal punto di vista islamico la donna e l’uomo sono due esseri complementari e Iddio il Benevolo li ha creati l’uno per l’altro. Uno dei bisogni che la donna e l’uomo provano l’uno per l’altro, è quello sessuale. Tuttavia per soddisfare questa necessità, occorre rispettare le regole ...
  • Per favore spieghi la base del pensiero sciita e le sue caratteristiche.
    24029 Teologia antica
    Il sacro Corano è la base del pensiero sciita e altresì la fonte di tutte le scienze sciite.Il sacro Corano considera prove sia il significato esplicito dei versetti, sia i detti, il comportamento e l’approvazione tacita del nobile Messaggero (S), e di conseguenza ...
  • Chi è il Dajjal? Spiegate chi è e gli hadìth che lo riguardano.
    22692 Teologia antica
    Uno dei segni della manifestazione del Mahdi (AJ) è l’apparizione di un essere deviato e deviante definito “Dajjal”. Terminologicamente questa parola viene attribuita a ogni bugiardo. È stato descritto in modo molto strano, e poiché la maggior parte di questi hadìth, che si trovano ...
  • Qual è la norma riguardante il radere la barba e la depilazione dei peli del corpo?
    21053 Etica
    È considerato vietato radere la barba, con una lama o un rasoio elettrico, solamente nel caso che gli altri dicano che uno non possiede più la barba.Anche radere una parte della barba (come spiegato sopra) equivale al raderla tutta
  • È vietato festeggiare il compleanno?
    16624 Diritto e Precetti
    Le feste di compleanno non rispecchiano una tradizione islamica e negli insegnamenti islamici non esistono consigli in tal senso. Noi non intendiamo condannare questa nuova tradizione, pur non approvando le tradizioni importate pedissequamente da altri, poiché siamo convinti che le tradizioni debbano essere profondamente radicate nella coscienza ...
  • Qual è il significato di questo nobile versetto: “Certamente Allah s’insinua tra l’uomo e il suo cuore”?
    15522 Esegesi
    Il verbo arabo “yahulu” (s’insinua) deriva dalla radice ha-waw-lam e significa frapposizione di un oggetto tra due cose. Per poter parlare di insinuazione, prima di tutto devono esserci due cose affinché una terza s’insinui tra loro; in secondo luogo le due cose devono essere vicine.
  • Qual è il problema ad essere malikiti o hanafiti?
    15245 Teologia antica
    È necessario chiarire se questo suo interesse è puramente una propensione verso lo sciismo o si basa su salde argomentazioni? Nel secondo caso, le carenze e i difetti delle altre scuole giuridiche e teologiche islamiche le saranno chiare.La differenza principale dello ...
  • Vi sono versetti del Corano o du'a per aver successo e aumentare il rendimento nello studio?
    13921 Etica pratica
    Lo studio consiste nell’osservare una cosa con precisione e attenzione per capire e ottenere informazioni. Perciò ogni lettura priva di queste caratteristiche non è considerata “studiare”. È ovvio che lo studio, come ogni altra azione, richiede il rispetto di certe condizioni tramite cui ottenere un rendimento utile ...