Ricerca Avanzata
Visite
2878
Data aggiornamento: 2012/05/17
Domanda concisa
Ho sentito dire che i corpi di alcune persone martirizzate durante la guerra Iran-Iraq, non si sono decomposti. Queste informazioni sono verosimili?
Domanda
Ho sentito dire che i corpi di alcune persone martirizzate durante la guerra Iran-Iraq, non si sono decomposti. Queste informazioni sono verosimili?
Risposta concisa

Poiché il sistema degli esseri viventi è tale che dopo la separazione dell’anima dal corpo, quest’ultimo emana un cattivo odore, si decompone e si disperde, è ovvio che è difficile accettare che alcuni corpi, trascorsi degli anni, rimangano ancora intatti. Dato che però Iddio è Onnipotente[1], non bisogna pensare a ciò come a una cosa inimmaginabile e considerarla quindi irrazionale e anormale. Per questa legge generale, in alcuni casi, è stata fatta un’eccezione e alcune azioni e cose possono – con il permesso di Dio – impedire la decomposizione dei corpi. Allo stesso modo pure la mummificazione permette al corpo di rimanere integro, e ciò è stato dimostrato nella realtà, migliaia di anni fa. Inoltre se è volontà di Dio dimostrare una giusta causa, Egli può far perire un individuo per molti anni tenendo sani i suoi occhi e poi insufflare in lui nuovamente l’anima resuscitandolo, come accadde per il profeta Aziz (A) la cui storia è narrata nel sacro Corano[2].

Parimenti gli hadith riportano che qualora qualcuno esegua ininterrottamente il qusl del venerdì, il suo corpo nella tomba non si decomporrà. Ciò è accaduto più volte ed è stato testimoniato sia da persona a persona sia dalle fonti giornalistiche: dopo aver aperto la tomba di un credente, hanno rinvenuto il suo corpo profumato e intatto.

In conclusione, nonostante la decomposizione del corpo materiale di una persona sia una cosa naturale e ciò sia accaduto alla maggior parte dei corpi dei martiri, se trascorsi alcuni anni estraggono dalla terra il corpo intatto di un martire, ciò non è inverosimile, poiché è possibile che sia uno degli esempi che abbiamo appena citato.

Questa domanda non ha una risposta dettagliata.

 


[1] Sacro Corano, 3:26 e 66:8.

[2] Sacro Corano, 2:259: «O come colui che passando presso una città in completa rovina [disse]: “Come potrà Allah ridarle [alla sua gente] la vita dopo che è morta?”. Allah allora lo fece morire per cento anni, poi lo resuscitò e gli chiese: “Quanto [tempo] sei rimasto?”. Rispose: “Rimasi un giorno o una parte di esso”. “No, sei rimasto cent’anni. Guarda il tuo cibo e la tua acqua, sono intatti; poi guarda il tuo asino [il cui corpo si è decomposto]” ...»

 

Traduzione della domanda in altre lingue
Commenti
Inserisci il valore
esempio : Yourname@YourDomane.ext
Inserisci il valore
Inserisci il valore

Elenco degli argomenti

Domande a caso

Le più visitate

  • Per favore spieghi la base del pensiero sciita e le sue caratteristiche.
    21776 Teologia antica 2011/04/20
    Il sacro Corano è la base del pensiero sciita e altresì la fonte di tutte le scienze sciite.Il sacro Corano considera prove sia il significato esplicito dei versetti, sia i detti, il comportamento e l’approvazione tacita del nobile Messaggero (S), e di conseguenza ...
  • Perché nell’Islam l’apostata viene giustiziato? Ciò non è contro la libertà di pensiero?
    19997 Diritto e Precetti 2010/08/16
    L’apostasia è la manifestazione dell’abbandono della religione e generalmente ha come conseguenza l’invito degli altri a lasciare la propria religione. La punizione dell’apostata non è applicata a colui che abbandona la propria religione ma non lo manifesta agli altri, perciò il motivo di questa punizione non è ...
  • Come si può abbandonare il vizio della masturbazione?
    16112 Etica pratica 2011/08/04
    Il peccato è come una palude putrida che, più l’essere umano vi sprofonda, meno ne sente l’odore, poiché si è indebolito il suo olfatto e non si rende conto che sta affondando.Nonostante ciò, la seria decisione dell’essere umano di tornare da qualsiasi punto ...
  • Chi è il Dajjal? Spiegate chi è e gli hadìth che lo riguardano.
    14466 Teologia antica 2011/02/08
    Uno dei segni della manifestazione del Mahdi (AJ) è l’apparizione di un essere deviato e deviante definito “Dajjal”. Terminologicamente questa parola viene attribuita a ogni bugiardo. È stato descritto in modo molto strano, e poiché la maggior parte di questi hadìth, che si trovano ...
  • Qual è il significato di questo nobile versetto: “Certamente Allah s’insinua tra l’uomo e il suo cuore”?
    12861 Esegesi 2010/11/08
    Il verbo arabo “yahulu” (s’insinua) deriva dalla radice ha-waw-lam e significa frapposizione di un oggetto tra due cose. Per poter parlare di insinuazione, prima di tutto devono esserci due cose affinché una terza s’insinui tra loro; in secondo luogo le due cose devono essere vicine.
  • Perché durante il pellegrinaggio alla Mecca dobbiamo indossare l’ahram?
    11373 Filosofia del diritto e dei precetti 2012/06/06
    Il pellegrinaggio alla Mecca è ricco di segreti e segni che inducono l’essere umano a riflettere e lo guidano verso la sua natura intrinseca. Durante il pellegrinaggio è meglio prestare attenzione, passo per passo, all’aspetto esoterico ed essoterico delle azioni, infatti, da un punto di vista essoterico ...
  • Qual è il problema ad essere malikiti o hanafiti?
    11278 Teologia antica 2011/01/20
    È necessario chiarire se questo suo interesse è puramente una propensione verso lo sciismo o si basa su salde argomentazioni? Nel secondo caso, le carenze e i difetti delle altre scuole giuridiche e teologiche islamiche le saranno chiare.La differenza principale dello ...
  • Qual è la regola islamica in merito ai rapporti tra una ragazza e un ragazzo?
    10079 Diritto e Precetti 2011/05/22
    Dal punto di vista islamico la donna e l’uomo sono due esseri complementari e Iddio il Benevolo li ha creati l’uno per l’altro. Uno dei bisogni che la donna e l’uomo provano l’uno per l’altro, è quello sessuale. Tuttavia per soddisfare questa necessità, occorre rispettare le regole ...
  • Come si può curare l’invidia?
    9881 Etica teorica 2011/08/13
    L’invidia è un’inclinazione dell’animo per cui ci si sottovaluta, in seguito alla quale l’individuo desidera che un’altra persona non abbia un bene che possiede.Per guarire da quest’attitudine si consigliano le seguenti soluzioni:1.
  • Cos’è lo sharab tahur (bevanda purificante)?
    9638 Teologia antica 2010/10/07
    Sharab nella terminologia araba significa bevanda e tahur ciò che è puro e purifica. Dai vari versetti del Corano si comprende che in Paradiso sono presenti diverse bevande salubri, pure e di qualità diverse. In un versetto del Corano è stato utilizzato il termine ...

Links