Ricerca Avanzata
Visite
4612
Data aggiornamento: 2012/03/11
Domanda concisa
Se la religione cristiana attuale è alterata e Iddio ha definito i suoi seguaci miscredenti, allora perché li guarisce e presta loro attenzione?
Domanda
Se la religione cristiana attuale è alterata e Iddio ha definito i suoi seguaci miscredenti, poiché sostengono che il Messia (A) sia figlio di Dio, allora perché li guarisce e presta loro attenzione?
Risposta concisa

Il fatto che Iddio guarisce e presta attenzione ad alcuni cristiani, è dovuto alla Sua grazia universale e alla Sua misericordia, che comprende tutti gli esseri umani, affinché ricevendo i doni divini scelgano la via della beatitudine e della fede e giungano alla perfezione e alla conoscenza di Dio. Infatti, Iddio ha creato gli esseri umani liberi e li mette alla prova, mettendo a loro disposizione dei mezzi, affinché diventi chiaro come si comportano e quali sono le loro scelte, distinguendo i credenti e i sinceri da tutti gli altri.

Inoltre, alcuni cristiani, rispetto all’Islam, sono ignari non colpevoli e mentalmente deboli; possiamo addirittura affermare che, nel caso rispettino i principi umani, saranno salvati.

Risposta dettagliata

L’argomento della domanda sarà analizzato in due parti:

  1. La grazia e i doni divini sono per tutti

I doni divini, poiché provengono dalla fonte della potenza divina, sono completi e non presentano condizioni, Iddio prova affetto esistenziante per tutte le creature. L’estensione dell’universo e dei suoi beni è dovuta al favore divino e all’affetto che Iddio prova nei confronti delle manifestazioni dei Suoi nomi e dei Suoi attributi, e da questo punto di vista, tutte le creature sono uguali. Se esistono differenze in quello che Egli dona, ciò è dovuto alla capacità limitata del ricevente stesso nel ricevere, cioè alcuni esseri umani nell’universo della legislazione, non essendoci le condizioni o la base, non accettano questi doni, come coloro che sono arrivati a un livello di crudeltà di cuore e deviazione che non riescono ad accettare la guida divina, la fede e l’attrazione divina.

Una delle grazie divine e dimensioni della Sua signoria, è che ha preparato dei doni per gli esseri umani, affinché possano raggiungere quella destinazione divina che sono essi stessi a scegliere. L’essere umano, per sua natura, in ogni momento della sua vita è costretto a usufruire dei beni materiali e spirituali che Iddio gli ha messo a disposizione per compiere i suoi doveri religiosi, diventare un fedele e un timorato nonché raggiungere la beatitudine; tuttavia taluni esseri umani utilizzano questi beni solo per godere della vita mondana, dimenticando l’Aldilà, e il loro unico pensiero è quello di raggiungere i loro desideri  lontani[1]. Come leggiamo nel Corano:

“Quanto a chi desidera (solo) la vita caduca, diamo quello che vogliamo a chi vogliamo, quindi lo destiniamo all’Inferno il cui fuoco lo brucerà, biasimato e reietto. Quanto invece a chi vuole l’altra vita, sforzandosi a tal fine ed è credente, il suo sforzo sarà premiato (da Dio). Sosterremo con i doni del tuo Signore questi e quelli. I doni del tuo Signore non sono negati a nessuno”[2].

Pertanto Iddio, in base alla Sua misericordia universale, mette a disposizione di molti esseri umani i Suoi doni materiali e spirituali; può perfino darsi che Egli mostri alcune prove e miracoli agli individui che peccano maggiormente, affinché tornino a Lui. In base agli stessi versetti del Corano, tutti gli individui in momenti particolari della propria vita, si rivolgono a Iddio e gli chiedono di risolvere i loro problemi, ed Egli presta loro attenzione. Da questo punto di vista non c’è differenza fra gli individui, l’importante è come loro fruiranno in seguito di queste grazie divine:

“Di': «Chi vi salverebbe dalle tenebre della terra e del mare? Nel momento in cui Lo invocate con umiltà (palesemente) e in segreto: ‘Se ci sollevi da ciò, saremo certamente tra i riconoscenti’». Di': «Allah vi libererà da ciò e da tutte le angosce. Ciò nonostante [Gli] attribuite consimili!»[3].

Pertanto, il fatto che Iddio guarisce e presta attenzione ad alcuni cristiani, è dovuto alla Sua grazia universale e alla Sua misericordia, che comprende tutti gli esseri umani, affinché ricevendo i doni divini scelgano la via della beatitudine e della fede e giungano alla perfezione e conoscenza di Dio. Infatti, Iddio ha creato gli esseri umani liberi e li mette alla prova, mettendo a loro disposizione dei mezzi e dei beni, affinché diventi chiaro come si comportano e quali sono le loro scelte, distinguendo i credenti e i sinceri da tutti gli altri.

  1. Alcuni cristiani sono ignari senza colpa[4]

L’Islam è la religione vera e facile, che l’intelletto sano accetta e conferma, alla cui veridicità è possibile e facile giungere. Nonostante ciò, l’Islam tratta in modo equilibrato coloro che sono impediti dal conoscere la veridicità dell’Islam a causa della loro ignoranza non colpevole, o a motivo della loro debolezza mentale. È ovvio che costoro non sono colpevoli della loro mancata fede all’Islam e in questo mondo godono della misericordia e grazia universale di Dio, e se rispetteranno i principi umani, Iddio non li manderà all’Inferno; infatti la punizione è per i peccatori e i miscredenti rei dei propri peccati e della propria miscredenza, cioè, pur sapendo che la religione islamica e i suoi credi sono veri, non hanno prestato fede e hanno scelto altre religioni. Invece coloro che non hanno ricevuto il messaggio dell’Islam e della sua veridicità oppure quelle poche informazioni che hanno riguardo all’Islam, non hanno potuto influenzarli abbastanza da accettare questa sacra religione, ebbene, in realtà tali individui non sanno che l’Islam è la vera religione e non sono quindi colpevoli di non averla accettata, e nel caso rispettino i principi umani saranno salvati ed entreranno in Paradiso.

 


[1] Cfr.: Seyyed Mohammad Hosseyn Tabatabai, Tafsir al-Mizan, vol. 13, pp. 66-68, Daftar-e entesharat-e eslami, Qom, quinta ristampa, 1417 AH.

[2] Sacro Corano 17:18-20.

[3] Sacro Corano 6:63 e 64.

[4] L’ignaro non colpevole è colui a cui non è giunta la verità oppure gli è stata esposta in modo incompleto o falso, pertanto la sua mente non si è realmente trovata faccia a faccia con la verità.

 

Traduzione della domanda in altre lingue
Commenti
Numero di commenti 0
Inserisci il valore
esempio : Yourname@YourDomane.ext
Inserisci il valore
Inserisci il valore

Elenco degli argomenti

Domande a caso

Le più visitate

  • Perché nell’Islam l’apostata viene giustiziato? Ciò non è contro la libertà di pensiero?
    23865 Diritto e Precetti
    L’apostasia è la manifestazione dell’abbandono della religione e generalmente ha come conseguenza l’invito degli altri a lasciare la propria religione. La punizione dell’apostata non è applicata a colui che abbandona la propria religione ma non lo manifesta agli altri, perciò il motivo di questa punizione non è ...
  • Per favore spieghi la base del pensiero sciita e le sue caratteristiche.
    22758 Teologia antica
    Il sacro Corano è la base del pensiero sciita e altresì la fonte di tutte le scienze sciite.Il sacro Corano considera prove sia il significato esplicito dei versetti, sia i detti, il comportamento e l’approvazione tacita del nobile Messaggero (S), e di conseguenza ...
  • Come si può abbandonare il vizio della masturbazione?
    19827 Etica pratica
    Il peccato è come una palude putrida che, più l’essere umano vi sprofonda, meno ne sente l’odore, poiché si è indebolito il suo olfatto e non si rende conto che sta affondando.Nonostante ciò, la seria decisione dell’essere umano di tornare da qualsiasi punto ...
  • Chi è il Dajjal? Spiegate chi è e gli hadìth che lo riguardano.
    17398 Teologia antica
    Uno dei segni della manifestazione del Mahdi (AJ) è l’apparizione di un essere deviato e deviante definito “Dajjal”. Terminologicamente questa parola viene attribuita a ogni bugiardo. È stato descritto in modo molto strano, e poiché la maggior parte di questi hadìth, che si trovano ...
  • Qual è il significato di questo nobile versetto: “Certamente Allah s’insinua tra l’uomo e il suo cuore”?
    13864 Esegesi
    Il verbo arabo “yahulu” (s’insinua) deriva dalla radice ha-waw-lam e significa frapposizione di un oggetto tra due cose. Per poter parlare di insinuazione, prima di tutto devono esserci due cose affinché una terza s’insinui tra loro; in secondo luogo le due cose devono essere vicine.
  • Qual è la regola islamica in merito ai rapporti tra una ragazza e un ragazzo?
    13496 Diritto e Precetti
    Dal punto di vista islamico la donna e l’uomo sono due esseri complementari e Iddio il Benevolo li ha creati l’uno per l’altro. Uno dei bisogni che la donna e l’uomo provano l’uno per l’altro, è quello sessuale. Tuttavia per soddisfare questa necessità, occorre rispettare le regole ...
  • Qual è la norma riguardante il radere la barba e la depilazione dei peli del corpo?
    13062 Etica
    È considerato vietato radere la barba, con una lama o un rasoio elettrico, solamente nel caso che gli altri dicano che uno non possiede più la barba.Anche radere una parte della barba (come spiegato sopra) equivale al raderla tutta
  • È vietato festeggiare il compleanno?
    12821 Diritto e Precetti
    Le feste di compleanno non rispecchiano una tradizione islamica e negli insegnamenti islamici non esistono consigli in tal senso. Noi non intendiamo condannare questa nuova tradizione, pur non approvando le tradizioni importate pedissequamente da altri, poiché siamo convinti che le tradizioni debbano essere profondamente radicate nella coscienza ...
  • Qual è il problema ad essere malikiti o hanafiti?
    12731 Teologia antica
    È necessario chiarire se questo suo interesse è puramente una propensione verso lo sciismo o si basa su salde argomentazioni? Nel secondo caso, le carenze e i difetti delle altre scuole giuridiche e teologiche islamiche le saranno chiare.La differenza principale dello ...
  • Perché durante il pellegrinaggio alla Mecca dobbiamo indossare l’ahram?
    12357 Filosofia del diritto e dei precetti
    Il pellegrinaggio alla Mecca è ricco di segreti e segni che inducono l’essere umano a riflettere e lo guidano verso la sua natura intrinseca. Durante il pellegrinaggio è meglio prestare attenzione, passo per passo, all’aspetto esoterico ed essoterico delle azioni, infatti, da un punto di vista essoterico ...