Ricerca Avanzata
Visite
3520
Data aggiornamento: 2011/06/20
Domanda concisa
Una persona che compie azioni probe, e tuttavia commette peccati come non portare l’hijab, ballare davanti a un non mahram, ecc., può comunque sperare nel perdono divino?
Domanda
Un individuo prega, digiuna, durante il mese di Ramadan partecipa alle riunioni di recitazione del Corano e alle preghiere comunitarie, inoltre durante il mese di Muharram fa dei voti; poi accade che la sera di un giorno di Ramadan, in cui aveva digiunato e compiuto atti rituali, partecipi a una festa di matrimonio e balli davanti a persone non mahram e si trucchi pesantemente. Sono accettate le azioni probe di un tale individuo? Se sì, una persona può cancellare i propri peccati compiendo azioni buone? Come sarà l’aldilà di una tale persona?
Risposta concisa

Un individuo credente non può, secondo il proprio estro, accettare parte della religione e rifiutarne un’altra. Ad ogni modo le persone fallibili sono soggette a compiere dei peccati, che se non diventano abitudini, ma sono seguiti da suppliche di perdono e pentimento, vi è speranza che Iddio le assolva dalle loro colpe e le faccia compagne dei probi. Se così non fosse e continuassero a ripetere e insistere nel peccato, non potrebbero considerarsi degne di perdono soltanto perché hanno commesso alcune azioni probe.

Risposta dettagliata

Prestando attenzione ai luminosi versetti del sacro Corano può essere chiarita la situazione di quegli individui che vantano sia azioni probe sia empie nella lista delle proprie azioni, per esempio:

"أَ فَتُؤْمِنُونَ بِبَعْضِ الْکِتابِ وَ تَکْفُرُونَ بِبَعْض"

Credete dunque in una parte del Libro, rinnegando l’altra?[1]

"یَقُولُونَ نُؤْمِنُ بِبَعْضٍ وَ نَکْفُرُ بِبَعْضٍ وَ یُریدُونَ أَنْ یَتَّخِذُوا بَیْنَ ذلِکَ سَبیلا"

… dicono: «Crediamo in alcuni e miscrediamo in altri» e vogliono prendere una via intermedia[2].

"وَ آخَرُونَ اعْتَرَفُوا بِذُنُوبِهِمْ خَلَطُوا عَمَلاً صالِحاً وَ آخَرَ سَیِّئاً عَسَى اللَّهُ أَنْ یَتُوبَ عَلَیْهِمْ إِنَّ اللَّهَ غَفُورٌ رَحیمٌ"

Altri riconoscono i loro peccati, mescolando opere buone e cattive. Forse Allah accoglierà il loro pentimento. Allah è perdonatore, misericordioso[3].

"وَ الَّذینَ إِذا فَعَلُوا فاحِشَةً أَوْ ظَلَمُوا أَنْفُسَهُمْ ذَکَرُوا اللَّهَ فَاسْتَغْفَرُوا لِذُنُوبِهِمْ وَ مَنْ یَغْفِرُ الذُّنُوبَ إِلاَّ اللَّهُ وَ لَمْ یُصِرُّوا عَلى‏ ما فَعَلُوا وَ هُمْ یَعْلَمُون"

e quelli che, quando commettono un’azione indegna o fanno ingiustizia a se stessi, si ricordano di Allah, chiedono perdono dei loro peccati - e chi mai potrebbe perdonare i peccati se non Allah? - e non si ostinano consapevolmente nel male che hanno fatto[4].

Da questi versetti e dalle altre fonti islamiche è possibile dedurre che un credente non può scegliere a piacere di accettare una parte della religione e rifiutarne un’altra, Dio non accoglierà siffatta fede. D’altra parte esistono individui che in generale accettano tutti gli insegnamenti religiosi, però in pratica, a causa dell’ambiente che li circonda e delle tentazioni sataniche, commettono alcuni peccati, pur impegnandosi nel tentativo di liberarsi dai peccati con il ricordo di Dio e il Suo aiuto. Il peccato si manifesta occasionalmente nella loro vita e non costituisce un’abitudine da mettere in dubbio la loro fede.

Tali persone possono sperare nella misericordia divina e addirittura possono sperare non solo che i loro peccati siano perdonati, ma che vengano registrati come azioni buone, e questa non è solo una speranza ma è quanto afferma chiaramente un versetto del Corano[5]!

In ogni caso, non è possibile giudicare allo stesso modo i credenti che compiono sia azioni buone che cattive: tranne gli infallibili, tutte le altre persone si trovano in minor o maggior misura nella stessa situazione. Solo Iddio prenderà la decisione finale nel Giorno del Giudizio, valutando le loro azioni probe e quelle empie e quali abbiano prevalso nella loro vita.



[1] Sacro Corano 2:85.

[2] Sacro Corano 4:150.

[3] Sacro Corano 9:102.

[4] Sacro Corano 3:135.

[5] “A costoro Allah cambierà le loro cattive azioni in buone”, Sacro Corano 25:70.

"فَأُوْلئِکَ یُبَدِّلُ اللَّهُ سَیِّئاتِهِمْ حَسَنات‏".

Traduzione della domanda in altre lingue
Commenti
Numero di commenti 0
Inserisci il valore
esempio : Yourname@YourDomane.ext
Inserisci il valore
Inserisci il valore

Elenco degli argomenti

Domande a caso

Le più visitate

  • Come si può abbandonare il vizio della masturbazione?
    26600 Etica pratica
    Il peccato è come una palude putrida che, più l’essere umano vi sprofonda, meno ne sente l’odore, poiché si è indebolito il suo olfatto e non si rende conto che sta affondando.Nonostante ciò, la seria decisione dell’essere umano di tornare da qualsiasi punto ...
  • Perché nell’Islam l’apostata viene giustiziato? Ciò non è contro la libertà di pensiero?
    25642 Diritto e Precetti
    L’apostasia è la manifestazione dell’abbandono della religione e generalmente ha come conseguenza l’invito degli altri a lasciare la propria religione. La punizione dell’apostata non è applicata a colui che abbandona la propria religione ma non lo manifesta agli altri, perciò il motivo di questa punizione non è ...
  • Per favore spieghi la base del pensiero sciita e le sue caratteristiche.
    23921 Teologia antica
    Il sacro Corano è la base del pensiero sciita e altresì la fonte di tutte le scienze sciite.Il sacro Corano considera prove sia il significato esplicito dei versetti, sia i detti, il comportamento e l’approvazione tacita del nobile Messaggero (S), e di conseguenza ...
  • Qual è la regola islamica in merito ai rapporti tra una ragazza e un ragazzo?
    23178 Diritto e Precetti
    Dal punto di vista islamico la donna e l’uomo sono due esseri complementari e Iddio il Benevolo li ha creati l’uno per l’altro. Uno dei bisogni che la donna e l’uomo provano l’uno per l’altro, è quello sessuale. Tuttavia per soddisfare questa necessità, occorre rispettare le regole ...
  • Chi è il Dajjal? Spiegate chi è e gli hadìth che lo riguardano.
    22351 Teologia antica
    Uno dei segni della manifestazione del Mahdi (AJ) è l’apparizione di un essere deviato e deviante definito “Dajjal”. Terminologicamente questa parola viene attribuita a ogni bugiardo. È stato descritto in modo molto strano, e poiché la maggior parte di questi hadìth, che si trovano ...
  • Qual è la norma riguardante il radere la barba e la depilazione dei peli del corpo?
    20556 Etica
    È considerato vietato radere la barba, con una lama o un rasoio elettrico, solamente nel caso che gli altri dicano che uno non possiede più la barba.Anche radere una parte della barba (come spiegato sopra) equivale al raderla tutta
  • È vietato festeggiare il compleanno?
    16318 Diritto e Precetti
    Le feste di compleanno non rispecchiano una tradizione islamica e negli insegnamenti islamici non esistono consigli in tal senso. Noi non intendiamo condannare questa nuova tradizione, pur non approvando le tradizioni importate pedissequamente da altri, poiché siamo convinti che le tradizioni debbano essere profondamente radicate nella coscienza ...
  • Qual è il significato di questo nobile versetto: “Certamente Allah s’insinua tra l’uomo e il suo cuore”?
    15376 Esegesi
    Il verbo arabo “yahulu” (s’insinua) deriva dalla radice ha-waw-lam e significa frapposizione di un oggetto tra due cose. Per poter parlare di insinuazione, prima di tutto devono esserci due cose affinché una terza s’insinui tra loro; in secondo luogo le due cose devono essere vicine.
  • Qual è il problema ad essere malikiti o hanafiti?
    15036 Teologia antica
    È necessario chiarire se questo suo interesse è puramente una propensione verso lo sciismo o si basa su salde argomentazioni? Nel secondo caso, le carenze e i difetti delle altre scuole giuridiche e teologiche islamiche le saranno chiare.La differenza principale dello ...
  • Vi sono versetti del Corano o du'a per aver successo e aumentare il rendimento nello studio?
    13621 Etica pratica
    Lo studio consiste nell’osservare una cosa con precisione e attenzione per capire e ottenere informazioni. Perciò ogni lettura priva di queste caratteristiche non è considerata “studiare”. È ovvio che lo studio, come ogni altra azione, richiede il rispetto di certe condizioni tramite cui ottenere un rendimento utile ...